COMUNICATO STAMPA

da I CONTEMPORANEI

Centro Culturale,

Udine,

via mercatovecchio 28

 

NELL’ANTICA VILLA OTTELIO DI ARIIS,

LA SETTIMA EDIZIONE DI “ORDITI & TRAME

 

 

  Sabato 11 ottobre 2003, alle ore 18 presso l’antica Villa Ottelio di Ariis, presso Rivignano, “I Contemporanei” daranno vita alla settima edizione di “Orditi & Trame. Mostra d’arte, omaggio alla creatività di Ottavio Missoni”. La rassegna sarà visitabile sino al 3 novembre.

La manifestazione quindi rinnova il successo ottenuto negli anni passati, chiamando ad esporre artisti di diverse regioni italiane: la cornice è sempre quella suggestiva, offerta della costruzione, sorta nell’Ottocento sulle rovine dei castello dei Savorgnan e situata sull’ansa del fiume Stella, in un ambiente ancora intatto e quindi prezioso sotto il profilo paesistico.

I protagonisti saranno stavolta trentasei, fautori delle proposte espressive più diverse nel campo dell’arte visiva, dalla pittura alla fotografia: Giorgio Valentinuzzi, animatore de “I Contemporanei” di Udine, ha voluto infatti così offrire un panorama composito, che per diversi versi prospetta l’evolversi del tema della rappresentazione artistica nel nostro paese.

Nel gruppo degli espositori, emerge la compagine dei friulani e triestini, che testimonia la fertile e profittevole risposta ai quesiti in atto nell’arte contemporanea, avvalendosi del contributo di alcuni giovani in via d’affermazione in campo nazionale.

Si tratta dunque di un’iniziativa che dimostra come il territorio di Rivignano (e di Ariis in particolare) stia divenendo un punto di attrazione, in ordine alle manifestazioni culturali attive nel Friuli-Venezia Giulia. Non per nulla “Orditi & Trame” oggi giunge alla sua settima edizione, con una tradizione di mostre, che negli anni scorsi sono state premiate dal riguardo loro riservato dal pubblico e dalla critica.

Alla vernice della mostra parlerà il critico Carlo Milic di Trieste, che illustrerà il significato da attribuire al panorama espositivo e rammenterà i legami di Ottavio Missoni con quest’area friulana e con la rassegna da lui patrocinata.